Tag Archive Rovigo

ByDanieleBordina

Agricoltura biologica e biodinamica

Questo mese di ottobre 2017 è per la nostra azienda molto importante, compiamo infatti un altro passo verso la qualità più assoluta.

Iniziamo a praticare l’agricoltura biodinamica. 

Aggiungiamo dunque alla pratica “bio” (che conosciamo bene e per la quale siamo certificati da tempo) un’altra per inseguire il sogno di un’agricoltura che guarda al futuro prendendo il meglio del passato e arricchendolo con quanto scienza e “buone pratiche” moderne ci insegnano. 

Nei prossimi giorni svilupperemo questa “news” con i dettagli di ciò che stiamo facendo in pratica, e che costituisce il cuore dell’agricoltura biodinamica.

Possiamo affermare di essere fra i pochissimi a Rovigo (e probabilmente ben oltre Rovigo) a praticare l’agricoltura biologica e biodinamica con tanto rigore, forti di un apprezzamento di voi clienti che ci riempie di gioia.

Continuate a seguirci per restare aggiornati!

ByDanieleBordina

L’Alveare che dice Sì

Crediamo molto nelle sinergie, per questo abbiamo aderito da subito e senza esitazioni ad una bella iniziativa: l’Alveare che dice Sì.

L’Alveare mette insieme produttori di prodotti alimentari di alta qualità di una determinata zona, con lo scopo di farli conoscere a chi, sempre in quella zona, è sensibile ad un’alimentazione responsabile e basata sul principio del chilometro zero.

Gli Alveari sono pertanto tantissimi, e si creano sulla buona volontà di chi decide di organizzarli a livello locale.

Partiti in Francia qualche anno fa, si sono inizialmente moltiplicati oltralpe per poi iniziare a diffondersi anche da noi.

Effettuare acquisti è veramente molto semplice, basta infatti collegarsi al sito dell’Alveare della propria zona, ordinare tramite un’interfaccia davvero semplice ciò che si vuole e passare poi per il ritiro nel luogo e nell’orario comunicato. 

Qui a Rovigo l’Alveare ha fissato come punto di ritrovo i campetti del Duomo, in via Ciro Menotti 8. Il giorno di ritiro dei prodotti è il mercoledì dalle 18 alle 19. 

 

ByDanieleBordina

Il nostro sistema di irrigazione

L’accostamento delle due foto mostra, in sintesi, il sistema di irrigazione utilizzato nel nostro orto biologico (siamo a Rovigo, località Granzette).

A sinistra vedete il pozzo artesiano (non somiglia molto a quello della casa della nonna, lo sappiamo, ma la tecnologia avanza!).

Tre anni fa, in fase di progetto, ci venne proposto di utilizzare per l’irrigazione l’acqua del vicino Adige, soluzione tanto ovvia quanto economica e peraltro ammessa dagli enti certificatori bio.

Rifiutammo senza pensarci, per ovvie ragioni. Come puoi dire ad un cliente che produci un ortaggio bio di qualità, quando lo irrighi con l’acqua di un fiume che – oltre ad un suo inquinamento diciamo “fisso”-  è anche soggetto a potenziali episodi inquinanti straordinari (vedi riversamento accidentale di sostanze da parte di aziende, ecc. ecc.) Coerenza e correttezza contano ancora qualcosa…

Costruimmo pertanto il pozzo che prende l’acqua da una falda a circa 30 metri di profondità.

E quest’acqua com’è? Le analisi danno esito rassicurante: assenza completa di sostanze pericolose per la salute; un altro livello qualitativo rispetto all’acqua del fiume.

Avanti col pozzo, quindi.

E l’irrigazione come funziona?

Con l’ormai celebre sistema “a goccia”, ideato per la prima volta dagli israeliani.

L’aqua aspirata dal pozzo viene immessa all’interno di tubi azzurri che a loro volta la immettono in piccole tubature forate di colore nero. Il risultato è un’irrigazione precisa che mira a dare alla pianta l’acqua di cui ha bisogno senza inutili sprechi.

 

Ps: tutto l’impianto è alimentato a energia solare!